Beeswax wrap, io la faccio in casa

Buongiorno, cari ecoviaggiatori. Non ci sentiamo da un po’, perché il Covid-19 ha relegato alla notte e ai sogni il nostro DNA itinerante. Così, al chiuso dell’ennesima zona rossa, torno a scrivere per darvi un po’ di “da fare” casalingo che impegni i lunghi tempi che trascorriamo a casa da un anno a questa parte.

Visto che confido nei vaccini, negli anticorpi monoclonali, nel plasma autoimmune e in tutto ciò che prima o dopo potrà contribuire a rendere la pandemia un ricordo lontano, oggi voglio darvi una ricetta per creare una cosa molto utile per i futuri pic nic, che siano da questo o dall’altro capo del mondo: la beeswax wrap, pellicola di cera d’api per conservare i vostri cibi in casa o avvolgerli quando li portate fuori per un pranzo all’aperto. Esiste un procedimento molto semplice, che consiste unicamente nel grattugiare la cera d’api su tutte le parti del pezzo di cotone che volete trasformare in pellicola coprente e infornarla nel forno preriscaldato alla temperatura di di 50-80 gradi. Sciolta la cera basterà spennellarla in modo uniforme e stendere il panno perché si asciughi. Questa però è la procedura “pigra” che offre un risultato buono ma meno professionale. Visto che il tempo a disposizione al momento non manca, potete provare anche la ricetta più complessa, ottenendo un tessuto più morbido. Sciogliete a bagnomaria, in un barattolo di vetro, la cera d’api facendo attenzione che non vada in ebollizione. Consideratene due parti e, una volta sciolta, aggiungete una terza parte di resina di pino. A questo punto potete spegnere il fuoco e amalgamare un olio a scelta (oliva, cocco, jojoba, mandorle…). Adagiate i pezzi di stoffa su una teglia coperta dalla carta forno e spennellate il tessuto. Preriscaldate il forno a 180 gradi e infornate per un paio di minuti. Applicate con il pennello su eventuali parti scoperte il composto e stendete per l’asciugatura dopo aver tamponato i residui in eccesso con un panno pulito.

In genere la nostra pellicola si lava con acqua fredda e sapone delicato. Potete di tanto in tanto rinfrescarla rimettendola in forno e spennellando di nuovo con la miscela. Provate e se vi va fatemi sapere nei commenti come la trovate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: