Eucalipto, respiro aromatico per asma e bronchite

L’eucalipto è una pianta originaria dell’Australia ma dalla fine del 1800 ha iniziato a popolare anche le nostre coste mediterranee, rendendoci familiari le lunghe foglie arcuate e i fiori a ostensorio che perdono la corolla al momento della fioritura. In fitoterapia questa pianta è molto utilizzata per le sue virtù antisettiche, febbrifughe, astringenti dei vasi sanguigni periferici e per combattere i disturbi delle vie respiratorie. Per usare le foglie è sempre bene lasciare all’albero le più giovani, che non si sono ancora incurvate e che non hanno sviluppato appieno la propria aroma. Scegliete le foglie già formate in estate o in autunno nelle prime ore della mattina, quando gli oli essenziali sono più concentrati, e lasciatele seccare all’ombra, ben distese, per poi conservarle al riparo dalla luce. Le foglie sono facilmente reperibili anche in erboristeria, ma così perderete il piacere della raccolta.

Preparazione e impiego

OLIO DI EUCALIPTO: Mettete 240 ml di olio extravergine d’oliva in una pentola per cottura lenta. Schiacciate le foglie già lavate e ben asciutte con le mani, dopo averle private dello stelo e fatte a pezzetti. Metti l’olio e le foglie – che dovranno essere una buona manciata, di circa un quarto del volume dell’olio – nella pentola col coperchio chiuso e impostare una temperatura bassa. Lasciate macerare le foglie nell’olio per almeno sei ore, continuando la cottura a bassissima temperatura per tutto il tempo. Filtrate l’olio ottenuto con un colino e riponete in un barattolo di vetro ermetico. L’olio essenziale può essere fatto anche seguendo un metodo a freddo, dopo aver schiacciato lievemente le foglie con un pestello di legno o un mattarello. Mettete le foglie in un grande vaso di vetro dalla bocca larga, chiuso con un tappo di sughero e coprite con l’olio (mantenendo le dosi del metodo a caldo). Riponete il vaso in un luogo tiepido ma non a diretto contatto con i raggi del sole e lasciate riposare per 48 ore. Anche in questo caso, filtrate con un colino o una garza. In entrambi i casi l’olio essenziale ha una durata di sei mesi.

INFUSO E DECOTTO di foglie secche: mettete in una tazza una manciata di foglie sbriciolate finemente per litro d’acqua e bevetene un paio di tazze durante l’arco della giornata*

DECOTTO per uso esterno (bagni alle mani, pediluvi, immersioni, impacchi, lozioni): una manciata di foglie intere o frantumate per litro d’acqua

INFLAZIONI O SUFFUMIGI (contro l’asma, la bronchite e i problemi respiratori): tre o quattro inalazioni al giorno da ridurre a due dopo i primi miglioramenti

*ATTENZIONE: l’eucalipto, bevuto in dosi eccessive, può risultare tossico. Le dosi fornite qui non sono pericolose ma vi raccomando di sospendere la cura in caso di ipersensibilizzazione (mal di testa o capogiri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: